Come e perché

In una prima fase ci si propone di alleviare o sopprimere i sintomi più invalidanti.

Successivamente si interviene, più profondamente, sui fattori causali secondo quanto emerso dalla valutazione clinica a 360° (terapia eziologica) intervenendo sui fattori causali, su quelli di rischio, scatenanti e di mantenimento, interni ed esterni.

In un piacevole percorso guidato, sempre individualizzato, verso il benessere.

All'interno di un orizzonte cognitivo-comportamentale la persona diventa terapeuta di sé stessa, fino a acquisire totale autonomia e piena autostima.