Diagnosi e cura

Il modello di riferimento adottato dalla Clinica di Neuropsicologia, Sessuologia e Psicoterapia è quello della metodologia cognitivo-neocomportamentale, di origine anglosassone che consiste nel focalizzare l'attenzione esclusivamente ai comportamenti manifesti, constatabili e misurabili ( ciò che la persona pensa, prova e fa), relazionati all'ambiente circostante, con l'obiettivo di modificare positivamente emozioni spiacevoli, comportamenti e modi di pensare disturbanti per produrre alla fine di un percorso solo risultati oggettivamente verificabili.

Caratteristica della psicoterapia cognitivo-comportamentale è l'accurata valutazione diagnostica dei disturbi lamentati e del funzionamento psicosociale del paziente tramite colloqui clinici, osservazioni sistematiche, esami psicodiagnostici e prove comportamentali nel corso di più visite specialistiche. Ciò nell'interesse della persona allo scopo di accertare o escludere le ipotesi diagnostiche più sfavorevoli per il paziente e predisporre un trattamento terapeutico mirato, personalizzato e potenzialmente efficace scegliendo tra più di 100 tecniche e strategie di cura.

Alla conclusione del processo di valutazione, contestualmente alla diagnosi (scritta), viene consegnata al paziente con garanzia di riservatezza copia originale della cartella clinica, completa, chiara e leggibile con gli esiti degli esami psicodiagnostici effettuati ed articolata relazione conclusiva.

La presa in carico, quindi l'inizio della terapia, è sempre subordinato alla valutazione clinica e alle conclusioni diagnostiche.

La valutazione psicodiagnostica va prenotata per tempo e può essere effettuata ogni giorno dal lunedì al sabato, solo su appuntamento.

Sono previste sistemazioni alberghiere convenzionate a prezzi agevolati per persone provenienti da altre regioni d'Italia o dall'estero.